29-giu-2018

LAVORO, REGIONE PRESENTA AVVISI PER GIOVANI, OVER 35 E DISABILI

I due bandi pubblici sono stati illustrati dal governatore lucano, Marcello Pittella e dall’assessore regionale alle Politiche di sviluppo, Roberto Cifarelli nel corso di una conferenza stampa: le risorse a disposizione ammontano a circa 28 milioni di euro.

“Se dovessi pensare ad un hastag direi: Regione, obiettivo lavoro”. Così, il governatore lucano, Marcello Pittella, ha aperto il suo intervento alla conferenza stampa di presentazione di due avvisi pubblici diretti a favorire l’occupazione attraverso risorse del Programma operativo Fondo sociale europeo (Po-Fse) 2014-2020. “E’ evidente - ha spiegato - che da quando ci siamo insediati il nostro impegno nella concertazione e nella condivisione è stato sempre quello di cercare di capire e di interpretare la realtà della nostra società produttiva ed occupazionale provando allo stesso tempo a dare risposte concrete ai bisogni della comunità”.

Il primo bando, denominato “Destinazione giovani”, assegna incentivi economici alle imprese per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani disoccupati diplomati e laureati; mentre il secondo, chiamato “Destinazione over 35” concede voucher agli over trentacinque e ai disabili.

Le due misure sono state illustrate stamane nel corso di un incontro con i giornalisti e con le organizzazioni sindacali e datoriali, presieduto dal governatore della Regione Basilicata, Marcello Pittella, accompagnato dall’assessore regionale alle Politiche di Sviluppo, Roberto Cifarelli. Erano presenti, tra gli altri, con i funzionari dell’Ufficio, il direttore generale del dipartimento alle Attività produttive, Donato Viggiano e la dirigente Maria Rosaria Sabia.

L’avviso “Destinazione giovani” mette a disposizione risorse pari a 26 milioni e 375 mila, di cui 6 milioni e 645 mila per l’occupazione femminile. Destinatari sono i giovani di età compresa fra i 18 e i 35 anni, che siano in possesso di diploma triennale (o di maturità) o di laurea (anche triennale), che siano residenti in Basilicata e in stato di disoccupazione. Beneficiarie dell’avviso sono le imprese con sede operativa in Basilicata. Ogni impresa può chiedere più di un bonus (da 2 a 15 a seconda del numero dei dipendenti). L’importo del bonus va dagli 8 mila ai 12 mila euro - a seconda dei requisiti - per due annualità. In aggiunta al bonus può essere riconosciuto un incentivo ulteriore per la formazione: l’importo massimo riconoscibile è pari a 4 mila euro per un massimo di 200 ore di corso.

Per aderire all’avviso è necessario presentare istanza in via telematica seguendo la procedura indicata sul sito istituzionale della Regione Basilicata dalle ore 9 del decimo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando sul Bur fino a concorrenza delle risorse disponibile e comunque non oltre le ore 18 del 31 dicembre 2018.

L’avviso “Destinazione over 35” mette a disposizione invece 2 milioni e 603 mila euro (1,63 milioni di euro per gli over 35 e 1 milione per i disabili maggiorenni). Tra i requisiti, l’essere disoccupati e non titolari di altre misure di sostegno al reddito o pensione. L’importo massimo del voucher concedibile - che è individuale e che finanzia interventi di inserimento lavorativo come accoglienza, orientamento, formazione, accompagnamento al lavoro - è di 5.134 euro per gli over 35 e di 6.484 euro per persone con disabilità. Beneficiari, invece, sono i soggetti accreditati dalla Regione Basilicata “ai servizi al lavoro presso cui è spendibile il voucher individuale per fruire delle misure di politica attiva previste”. Le istanze potranno essere presentate, in via telematica attraverso le modalità indicate sul sito istituzionale della Regione Basilicata, dalle ore 8 del sessantesimo giorno dalla pubblicazione del bando alle ore 18 del 31 dicembre prossimo.

“Si tratta di iniziative - ha detto l’assessore Cifarelli - a favore delle imprese e dei giovani, per frenare la fuga dei cervelli e per dare servizi sempre migliori al territorio. Dopo quattro anni e mezzo possiamo comunicare dati significativi rispetto al passato. Rispetto all’occupazione ci troviamo ora agli stessi livelli del 2007: ci sono da recuperare solo cinquemila posti di lavoro. La curva è risalita grazie alle politiche attive del lavoro messe in campo dalla Regione Basilicata”. Cifarelli ha ricordato gli ultimi avvisi presentati, fra cui “i mini Pia, i bandi per il commercio e per l’artigianato, i Pia: iniziative - ha messo in chiaro - che sono state utili a far riprendere l’economia nella nostra regione. Dal primo bando, quello dedicato ai giovani, ci attendiamo 1.500 assunzioni da parte delle imprese. Con il secondo, attraverso un percorso individuale dei disabili o degli over 35 sarà possibile creare le condizioni affinché in futuro si possano trovare sbocchi occupazionali”.

“In pochi anni - ha ricordato Pittella nelle conclusioni - abbiamo messo in piedi, ad esempio, il Reddito minimo di inserimento: una risposta significativa ad un pezzo di società che non ce la faceva e che oggi può agganciarsi ad una possibile prospettiva. Evidenzio poi - ha detto ancora – che è stata prestata la massima attenzione nei confronti della fascia più giovane della nostra società e contemporaneamente siamo riusciti, con le nostre iniziative, ad incrociare le domande e le attese del tessuto imprenditoriale attraverso un’azione concertata con le parti imprenditoriali, sindacali e sociali. Vogliamo continuare a lavorare fino all’ultimo giorno di questa legislatura per consegnare alla Basilicata ulteriori, importanti risultati volti a migliorare la qualità della vita”. Il presidente, rivolgendosi alle organizzazioni di categoria e alla parti datoriali ha invitato quindi “a fare opera di informazione nel territorio per garantire la massima adesione a questi avvisi così importanti”.

Agenda

Agenda