Hai delle domande sul portale?

Prova a cercare tra le Domande Frequenti, oppure contatta direttamente i nostri sportelli.

Nel caso in cui l’azienda soggetto ospitante abbia già individuato un tirocinante con il profilo coerente alle esigenze manifestate, è possibile per un soggetto promotore avviare la procedura indicando direttamente il nome del tirocinante da inserire?

Successivamente, il soggetto promotore comunica al CPI di essere stato scelto dal giovane NEET per attivare il tirocinio. Il Centro - verificata l’iscrizione al programma GG del giovane - convocherà lo stesso giovane (anche se non sono decorsi i due mesi dall’adesione) per il primo colloquio e la stipula del Patto di servizio; riscontrata la volontà del giovane di avvalersi di un soggetto promotore privato - invierà il giovane NEET al soggetto promotore prescelto per la stipula della convenzione. Anche qualora si tratti di un giovane NEET che ha già stipulato il Patto di servizio, l’organismo promotore comunicherà al CPI di essere stato scelto dal giovane NEET per attivare il tirocinio . Stipulata la convenzione il soggetto promotore ne darà comunicazione anche alla Regione Basilicata, Ufficio Politiche del Lavoro del Dipartimento Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca.

Nell’A.P. Manifestazione di interesse tirocini extracurriculari all’art.12 tra gli obblighi del soggetto promotore si prevede di “corrispondere al tirocinante l’indennità prevista”, esiste quest’obbligo in capo al soggetto proponente?

La manifestazione di interesse è finalizzata in generale alla creazione di una banca dati dei soggetti ospitanti. All’avviso si deve aderire per poter accedere (come prevede lo stesso A.P.) ad eventuali finanziamenti. I finanziamenti per promuovere i tirocini sono attivati poi da appositi strumenti di disciplina. Ora, per Garanzia Giovani lo strumento che regolamenta il contribuito dei tirocini è il Programma Operativo Nazionale per l’attuazione dell’iniziativa europea per l’occupazione dei giovani - Piano Operativo Regionale, nonché la specifica convenzione che pone in capo al soggetto ospitante l’obbligo di corrispondere l’indennità.

Per il soggetto ospitante il tutor non può seguire più di tre tirocinanti, qual è il limite di tirocinanti invece da seguire per il soggetto promotore?

Il tutor del soggetto promotore potrà seguire più tirocini (la norma non indica un numero massimo) purché assicuri il rispetto puntuale degli adempimenti cui è tenuto.

Può essere corrisposta l’indennità di tirocinio extracurriculare a valere sul programma Garanzia Giovani a favore di lavoratori percettori di indennità di mobilità?

No, come chiarito nel messaggio INPS n.6789 del 3 settembre 2014 che al punto “Modalità di erogazione dell’indennità di tirocinio” testualmente dispone: “secondo quanto stabilito in convenzione sulla base dell’Accordo Stato Regioni/Province autonome del 24.01.2013 recante le Linee Guida in materia di tirocini, l’indennità di tirocinio non deve essere corrisposta in favore dei percettori di prestazioni a sostegno del reddito.

Sono un'azienda soggetta all'obbligo di cui alla Legge 68/99 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili", posso usufruire di incentivi specifici promossi nell'ambito di 'Garanzia Giovani'?

Premesso che i giovani  con disabilità, in possesso dei requisiti , possono accedere a tutte le misure del Programma, all'azienda sarà riconosciuto l'incentivo specifico  esclusivamente per le assunzioni al di fuori delle quote d'obbligo previste dalla L. 68/99.

Quanto dura il Programma europeo?

Le risorse finanziarie dovranno essere impegnate entro dicembre 2015.

Agenda

Agenda